Venerdì 4 Giugno 2021

Vento Spumante Brut rosato millesimato 2020 – 11,5% vol. – Cantine Teanum San Paolo di Civitate (FG). € 8,90 in enoteca.

Finalmente riprendiamo ad accogliervi con le consuete degustazioni promozionali dei nostri vini, e lo facciamo con un vino che casca a pennello con i primi caldi della stagione.

Le Cantine Teanum vantano una consolidata esperienza ed una gestione moderna e innovativa, con una gamma di vini ampia che spazia dalle storiche varietà della zona a vitigni di regioni vicine che, come per altre case vinicole Pugliesi, vengono usualmente coltivati ed interpretati dando risultati sicuramente differenti dai territori d’elezione, ma comunque interessanti.

E’ il caso dello spumante rosato brut che andremo a degustare, ottenuto da uve Aglianico, varietà che viene usata sempre maggiormente per spumantizzazione sia in bianco che in rosa, con Metodo Classico o in autoclave come nel caso del Vento spumante rosato.

Versato nel bicchiere forma una schiuma e una bollicina vigorosa, che si sgrava subito lasciando il passo a scie fini che svelano il bel colore rosa antico scarico, non artificioso ma con riflessi naturali vividi, segno del rosato fresco di annata.

il profumo riflette l’occhio, tenue e delicato di crema e ribes, un sottofondo di mandarino, dopo alcuni minuti ritroviamo sempre gli stessi profumi anticipati da una sensazione iodata, di mare, non sgradevole. Un quadro aromatico non esplosivo ma ben equilibrato, piacevole e invitante come si conviene ad uno spumante charmat conviviale.

Il sorso invece ci sorprende, il vitigno Aglianico rivela la sua natura con una verve vinosa e graffiante, incisiva rispetto al colore ed al profumo. Il palato è ben avvolto dalle varie sensazioni: fruttato, vinosità, sapidità e croccantezza ben distribuite, che lasciano una lunga persistenza e un buon ricordo amarognolo e asprigno che invoglia a berne ancora. Qui ci ricordiamo che abbiamo a che fare con uno spumante brut, e subito ci viene voglia di sapori di mare.

Ideale per accompagnare antipasti di mare, di verdure o mousse e torte salate estive. Oppure con uno spaghetto allo scoglio con fondo di pomodorini.

Novità di Primavera #2

Ecco l’ultimo aggiornamento sulle novità della Botte Piccola:


– Aggiornamento Vini Sfusi:  le basse temperature anomale ci hanno aiutato fino a maggio inoltrato, ma ormai l’estate è alle porte e come ogni anno, con l’approssimarsi dei mesi più caldi, dobbiamo ridimensionare la varietà di vini sfusi disponibili e le quantità in magazzino per garantirne la freschezza e la corretta conservazione. I vini nelle cisterne saranno disponibili nell’impianto sotto azoto (alla spina) ed i vini più alcolici (sopra i 13%) verranno fermati fino a settembre-ottobre. Sicuramente inseriremo qualche novità ma di stampo più leggero ed estivo, adatto alla stagione, e per chi volesse proprio qualcuno dei vini più alcolici saranno disponibili su ordinazione minimo 25 lt o in bag-in-box. Al proposito, ricordiamo che d’estate anche voi clienti dovete aumentare le precauzioni nella conservazione dei vini sfusi: massima igiene dei contenitori, imbottigliare anche le piccole quantità con tappi buoni a tenuta ermetica e conservazione ben al fresco. A chi non avesse un posto idoneo nei mesi caldi suggeriamo di passare al vino nel bag-in-box, che rimane sempre sottovuoto e garantisce una maggiore conservazione. Abbiamo una vasta offerta di vini in bag-in-box, se vuoi scoprire come funziona clicca qui. Infine, ricordiamo che i nostri vini non vengono pastorizzati nè aggiunti di dosi eccessive di solfiti, per questo fenomeni come intorbidimenti, rifermentazioni, depositi di fondo e anche diventare aceto sono normali se il vino prende troppo caldo o aria e sono da intendersi come sinonimo di genuinità .

– Novità Enoteca: continua il riassortimento delle nostre etichette, con un’occhio ai vini ideali per la stagione estiva. Sono in arrivo nuovi vini bianchi e stiamo preparando un buon assortimento di vini rosati. Ora trovi già in promozione il Favugne Rosato delle Cantine Teanum a € 5,40 ed il Lugana Perla del Garda al prezzo bloccato di € 9,90 … passa a trovarci per scoprire le altre novità! (in conformità con le normative Covid, riprenderemo appena possibile anche le degustazioni gratuite) vedi allegati.

– Novità in Dispensa: sono arrivate le gallette di farro bio Cascina Vengore e il riso Apollo (varietà aromatica simile al Basmati) della Riseria Drusiana: due nuovi prodotti di qualità ideali da usare come base per le tue ricette estive e creative. 

– Nuove idee regalo: dal Laboratorio Artimedia, che si occupa di progetti lavorativi per persone con disabilità, sono arrivati i coloratissimi set Aperitivo e Liquori. Oggetti artigianali unici, ideali da regalare anche in abbinamento con una buona bottiglia di vino, liquore o grappa oppure da inserire in un bel cesto con le nostre specialità. Disponibili in varie tonalità di colore. (Vedi allegato)

– Nuovi premi raccolta punti: per tutta l’estate, in premio con 14 timbri della nostra raccolta punti, potrai ricevere invece che una bottiglia di vino sfuso una bottiglia di birra artigianale Febus Dom Byron! Un regalo che sicuramente rinfrescherà il tuo shopping alla Botte Piccola, se non hai ancora la tessera richiedila in negozio!

– Programma Rifugio Griera e Pranzo Bergamasco: finalmente si vede una graduale ripresa nelle attività dei nostri partner. Se per le feste delle varie associazioni con le quali collaboravamo è ancora presto per via delle limitazioni Covid, il Rifugio Griera ha stilato il consueto programma di eventi che vede confermato l’appuntamento per pranzo Domenica 27 giugno con i prodotti selezionati dalla Botte Piccola: casoncelli artigianali, salumi e formaggi bergamaschi e naturalmente ottimo vino! Per l’occasione saremo presenti anche noi e offriremo l’aperitivo a tutti i presenti. Prenotazioni in rifugio al numero che trovate nel volantino allegato. PS: il rifugio è raggiungibile solo a piedi, è consigliabile informarsi bene prima su tempi e itinerario.
Scarica qui il programma.

vi invitiamo a seguire sempre il nostro sito  www.labottepiccolacisano.com  o la nostra pagina  Facebook  per ulteriori novità ed aggiornamenti.

Novità di Primavera parte#1

Il bello della Botte Piccola è che trovi sempre qualche novità per soddisfare la tua curiosità… ecco una prima tornata di nuovi arrivi per dare un tocco di colore e sapore alla tua tavola!

– Novità Enoteca e Sfuso:  con la primavera iniziamo a rinnovare gli scaffali con vini più freschi e snelli … diverse nuove etichette stanno già bella mostra di sè in quella che è la prima parte dello stagionale riassortimento che compieremo da qui a fine maggio , in vista dell’estate (vedi allegato).

Per quanto riguarda i vini sfusi, è già arrivato un nuovo Bianco Toscano da uve Trebbiano e Malvasia da 12,5% vol., un vino mediterraneo dal gusto sapido e deciso, poi man mano che le temperature si alzeranno sostituiremo i vini rossi più alcolici e impegnativi con altri più adatti alle richieste della stagione.

In Bag-in-box da 5 litri sono tornati i vini della Cantina Zullo-Viglione di Santeramo in Colle (Bari): rosso da uve Primitivo e Sangiovese 14% ed un piacevole e fresco Rosato. Dopo un primo test tra la clientela che ha riscosso notevole successo, non potevamo che confermare questa Azienda Agricola a conduzione biologica che ci fornisce anche varie bottiglie dallo strepitoso rapporto qualità-prezzo.

– Nuova birra Dom Byron Rubinus: dal Birrificio Artigianale di Albino è arrivata una nuova birra stile English Strong Ale, maltata e dalla gradazione importante (6,9% vol.) sarà ideale per accompagnare le prime grigliate di primavera! Sempre ad un prezzo friendly, € 2,90 bottiglia 3

– Novità in Dispensa:anche la nostra dispensa si colora con tante sfiziosità adatte alla stagione primaverile. Sono arrivate nuove conserve di frutta e verdure, creme per bruschetteria, pasta e biscotti artigianali, e per stuzzicarti abbiamo pensato una promozione speciale: ogni 2 vasetti di conserve o bruschetteria acquistate * avrai subito in omaggio una confezione da 250 gr di tagliatelle artigianali all ‘ uovo Tealdi! Passa a scoprire le novità!

* miele escluso. Fino esaurimento omaggi.

– Grandi soddisfazioni per il nostro Olio EVO del cuore! Anche quest’anno il Frantoio Flaminio ha l’onore di ricevere le tre foglie d’oro sulla Guida agli Oli d’Italia del Gambero Rosso , il massimo riconoscimento, ottenuto con l’olio Fruttato che trovate da sempre sui nostri scaffali.

vi invitiamo a seguire sempre il nostro sito  www.labottepiccolacisano.com  o la nostra pagina  Facebook  per ulteriori novità ed aggiornamenti.

Nuove annate Tenuta Uccellina

Nei giorni scorsi abbiamo avuto il piacere di fare una degustazione on-line con Hermes Rusticali della Tenuta Uccellina in provincia di Ravenna. Conosciuta dai nostri clienti già per il Burson (rosso da uve autoctone Longanesi la cui storia, permeata di romanticismo e fascino d’altri tempi, merita di essere conosciuta prima di approcciarsi a questo vino dalle caratteristiche uniche e sorprendenti – la trovate qui), Tenuta Uccellina riserva altre sorprese specialmente per chi è amante dei vitigni storici e autoctoni Italiani e delle vinificazioni mirate ad imprimere carattere ed a valorizzare i tratti distintivi dei vitigni in questione.

Questa premessa è necessaria per darvi un quadro della situazione, perchè una degustazione dei vini di Tenuta Uccellina è un’esperienza che ci porta fuori dalla comfort-zone dei sensi noti e accomodanti, facendoci scoprire il bello e l’originalità di alcune tra le numerose varietà di vitigni storici che la nostra penisola offre. Se le pianure Romagnole fanno pensare a vitigni bianchi da iper-produzione di cui ormai non si ricorda nemmeno più il vero gusto tanto sono stati bistrattati dalle industrie vinicole, o ai Sangiovese conviviali e scorrevoli, vini amici e rassicuranti (che assolutamente non si disprezzano se ben fatti, tant’è che sui nostri scaffali c’è sempre un posto per il loro Sangiovese Superiore Samore) le etichette proposte da Hermes sono state una bella sorpresa per il nostro palato in questo periodo di forzata inattività degustativa, tanto da dover riprovarle più volte nei giorni a seguire per ponderare bene quali estrarre dal gruppo per proporle al pubblico.

Cercando di non dilungarmi troppo, punterò il focus sui vini scelti: iniziamo dalla Rambela, (Famoso Ravenna IGP 2020 – 13% vol.) vino da uve Famoso, autoctona varietà locale le cui radici sono antichissime, trovandosi cenni in documenti addirittura del 1437 (Tabella del Dazio Comunale di Lugo). Come ci racconta Hermes, storicamente è sempre stata usata solo a livello locale ed anche come uva da tavola, per via del sapore dolce e della consistenza croccante e piacevole. Con diversi anni di vinificazione alle spalle e accorgimenti sempre più mirati, tra cui la raccolta delle uve in ben tre tempi differenti, vinificazioni separate e successivo assemblamento per cogliere diversi aspetti e peculiarità del vitigno, Tenuta Uccellina propone oggi una versione di questo vino veramente accattivante e ben strutturata, nel senso tecnico del termine. Particolarità del vitigno è sempre il quadro aromatico che ricorda le malvasie aromatiche o il moscato, per via delle medesime molecole odorose presenti nell’uva (terpeni). Quindi il primo impatto è sempre intrigante, con sentori di mela gialla e albicocca, fiori d’agrumi e un leggero rimando di erbe officinali. Al palato il vino è ottimamente bilanciato, ritornano l’albicocca e gli agrumi ed una prima sensazione di rotondità e completezza a cui segue una chiusura piacevolmente astringente e leggermente amarognola che invoglia la bevuta successiva. Per dovere di cronaca, il colore è paglierino chiaro, vivido e con i riflessi verdolini della gioventù. Al proposito si è anche parlato della sua capacità di evoluzione, e Hermes sostiene che prove a distanza di un paio di anni e più hanno dato risultati interessanti, con un vino sicuramente differente ma non decadente, anzi incoraggiante. Ideale da aperitivo e per accompagnare antipasti di mare o fritture sempre di pesce o verdure. Vino che può tranquillamente rubare la scena a nomi più alla moda, col valore aggiunto della tipicità, ricordatevelo ai primi aperitivi in compagnia.

A seguire la nostra scelta tra gli altri vini bianchi proposti, l’Albana Amorosa e il Trebbiano Hermes, è ricaduta su quest’ultimo, il Trebbiano Romagna DOP 2019 Hermes – 13,5% vol.

La decisione è stata sofferta, perchè l’Albana idealmente è molto significativa per l’enologia Romagnola e nazionale, è un vitigno autoctono di cui troviamo notizie nella storia da Plinio il Vecchio in poi, in enoteca al momento non abbiamo referenze, ma… abbiamo scelto il Trebbiano per la sua maggiore immediatezza e piacevolezza, nonostante la ricercata tecnica di vinificazione raccontataci da Hermes sia volta all’ottenimento di un livello qualitativo di alto profilo, meritevole secondo noi anche di un maggiore affinamento in bottiglia. In sostanza, il Trebbiano offre la possibilità di essere goduto fin da subito e da tutti, in giusto abbinamento, ed uscendo da un periodo in cui ogni occasione di convivialità è stata annullata abbiamo bisogno di vini da condividere e proporre senza timore di impegnare troppo la mente ed i palati, con un occhio agli accostamenti gastronomici della stagione calda. Bisogna però sottolineare che parliamo di un vino voluto e pensato da Tenuta Uccellina proprio per riscattare un vitigno che nell’immaginario collettivo è sinonimo di alte rese ed etichette banali: la cura e la particolarità delle tecniche vendemmiali e di vinificazione fanno onore all’intento e soprattutto centrano il risultato.

Come ci racconta Hermes le uve vengono lasciate surmaturare fino a fine ottobre, quando vengono vendemmiate rigorosamente a mano in presenza dei primi sviluppi di Botrytis cinerea (ammuffimento controllato che fa concentrare gli zuccheri nell’uva e dona un caratteristico bouquet di aromi).

botrytis allo stadio iniziale su uva rossa – immagine con licenza c.c.

Segue la fermentazione, parzialmente condotta in barrique usate (nelle prossime vendemmie si sperimenterà l’uso di contenitori in gres), e poi il vino riposa fino ad otto mesi sulle sue fecce prima di essere svinato ed imbottigliato, per essere messo in commercio non prima dell’autunno successivo alla vendemmia. Tanto lavoro si traduce in un calice di vino dal colore giallo dorato, profumato di miele d’acacia, pesca noce, pompelmo, buccia di mandarino e aromi più complessi (mandorla, resina, minerale\salino). Al palato tornano in corrispondenza gli stessi sentori, legati da una sensazione calorica e glicerica decisa bilanciata comunque da una chiusura fresca e piacevolmente amaricante. La bevuta è sempre scorrevole, diciamo senza timore che la cantina ha colto nel segno con un vino dal ventaglio di sensazioni ampio e vario, elegante ed originale che può piacere subito a tutti se proposto con un abbinamento sapido e saporito che ne tenga il passo (pesce azzurro, pesce grasso alla griglia, piatti fusion di pesce e verdure, carni bianche in intingoli per dirne alcune o le tradizionali paste fresche in brodo emiliano-romagnole, cappelletti e passatelli) ma che invoglierà i clienti più navigati ad attenderne l’evoluzione tra due-tre anni o più. A voi la scelta se berlo subito o provare a conservarne una bottiglia in cantina, oppure optare per entrambe le possibilità.

In ultimo parliamo del Burson etichetta nera, annata 2014 – 15% Vol. versione ottenuta da appassimento dell’uva Longanesi, vinificazione in acciaio e affinamento per 48 mesi in botti di rovere e successivamente in bottiglia. L’annata testata soffre purtroppo di un andamento climatico sfavorevole, con piogge in periodo di vendemmia ed a posteriori che hanno obbligato a ridurre il periodo di appassimento da circa 40 giorni a soli 20, per il rischio dello sviluppo di muffe dannose. Tenendo conto che Tenuta Uccellina produce il Burson con il totale delle uve appassite, anche se il disciplinare ne consentirebbe un utilizzo anche parziale, per chi ha provato le annate precedenti questo si traduce in un vino dalla struttura più squadrata e tannica (già l’uva longanesi ha un tannino schietto e preponderante di suo), da un canto più collocabile accanto a vini dalla vinificazione tradizionale ma sempre con i suoi profumi varietali ricchi di amarena, note vanigliate e cioccolato ed un sorso caldo, avvolgente e spiritoso ma ancora erbaceo, liquirizia e spezie, a cui il passare del tempo donerà chissà quali interessanti sfaccettature.

Oltre ai vini descritti sopra, trovate sempre il Sangiovese Superiore Samore, rosso genuino, fresco e succoso come si conviene ad un buon Sangiovese di Romagna fatto a dovere.

Un’ulteriore nota di merito è la scelta di usare per i vini provati, Burson etichetta nera escluso, tappi Nomacorc green fatti con materie vegetali (foglie di canna da zucchero) e 100% compostabili, che comunque permettono una controllata traspirazione del vino senza rischio di contaminazioni.

Adesso che vi abbiamo sollecitato la curiosità, non resta che attendere che arrivino sui nostri scaffali, tra pochi giorni… seguite il nostro sito o la nostra pagina Facebook per aggiornamenti!

Per chi volesse conoscere di più sulla storia di Tenuta Uccellina link qui

Promo Pasqua 2021

In vista delle festività Pasquali, abbiamo riservato per i nostri clienti delle promozioni speciali, che diventano ancor più vantaggiose con l’acquisto di 6 bottiglie! Scoprite i vini dell’Azienda Agricola Bosco Longhino: un piacevolissimo e brioso Pinot Nero vinificato in bianco e l’elegante Pinot Nero Campo dei Graci, che si abbina a tutto campo con le preparazioni delle feste.

Inoltre, per tutti i giorni, il collaudato Rosso del Fosco sfuso a soli € 1,90 al litro! (offerte valide sino esaurimento scorte)

Vi ricordiamo che trovate anche tante novità di Primavera e diverse idee regalo e cesti gastronomici su ordinazione.

I Vini Sassobraglia

Situata nella Val Borbera, ai confini con la Liguria, l’Azienda Agricola Sassobraglia coltiva 3 ettari di vigneti ad altezze che vanno dai 350 ai 750 mt. Per capire dove siamo, le denominazioni di riferimento per i vini in questa zona del Piemonte sono Gavi e Colli Tortonesi, ma grazie all’intuizione dei proprietari e alle caratteristiche climatiche e geologiche della valle, più estreme che nelle zone più basse, l’azienda propone delle interpretazioni molto interessanti sia dei classici vitigni a bacca bianca che dall’unione del tradizionale Dolcetto con il più innovativo ed apprezzato Pinot Nero.

Ecco le proposte che trovate da oggi sui nostri scaffali:

Timorasso Colli Tortonesi doc 2016: Il Timorasso è un vitigno autoctono della provincia di Alessandria, a bacca bianca, coltivato essenzialmente nelle Valli Curone, Grue, Ossona e in Val Borbera, in un ‘area dove la vite trova un valido “habitat” grazie al terreno, al lungo soleggiamento e alla posizione al riparo dei venti.
La sua produzione è assai limitata, ma di alta qualità. Il vino che se ne ricava, di buona struttura, è assai rinomato tra i buongustai; appartiene all’ultima generazione dei “bianchi” della provincia di Alessandria, nonostante le sue origini antiche. Caratteristica del vino è l’infinita freschezza e la capacità di evolvere nel lungo termine con risvolti degni dei vini bianchi più rinomati, con note minerali e di idrocarburi. Il Timorasso Sassobraglia infatti si presenta brillante e vivo, con sentori lievi e floreali, acidità e freschezza al top, come appena svinato, corpo invece ben assemblato e pieno. Proprio per questo ci sentiamo di consigliare, secondo il nostro modesto parere, l’acquisto a chi desidera lasciarlo riposare in cantina ancora qualche anno per coglierne appieno le potenzialità. (€16,00\bottiglia)

Sisola Bianco: da uve Cortese e Timorasso, si propone come vino quotidiano ma stupisce per il suo corpo pieno e caldo ed un quadro aromatico intenso e persistente. Note di erbe aromatiche e frutta a pasta gialla sono seguite da lunga permanenza e sapidità. (€8,90\bottiglia)

Sisola Rosso: da uve Dolcetto e Pinot Nero, questo vino nasce per essere bevuto in compagnia nelle occasioni più conviviali. Bisogna dire che coglie nel segno, i vitigni si sposano con note piacevoli di frutti rossi e note più complesse tra cui sentori speziati, di tabacco e di liquirizia. Al palato si rivela fresco e piacevolissimo, con una pulizia esemplare e una persistenza invidiabile. (€8,90\bottiglia)

Novità Enoteca

Si affaccia un timido sole, e subito germogliano le novità sui nostri scaffali! Da Nord a Sud, con qualche escursione oltralpe, trovate diverse etichette che si contraddistinguono per il loro ottimo rapporto Qualità\Prezzo come sempre. Tra queste molte da vitigni ricercati e storici, come il Timorasso ed il Cortese, il Nero di Troia, il Lagrein, il Nebbiolo… Vi è venuta sete? Passate a trovarci!

In arrivo i vini vendemmia 2020

Stanno arrivando i primi vini vendemmia 2020: in primis, ricordiamo che prendiamo prenotazioni per tutti i vini in listino, e SOLO PER QUESTO PERIODO anche per il classico vino bianco da rifermentare da uve Glera, in damigiana da 54 lt. Questo verrà consegnato da Marzo in poi, e sarà disponibile per un paio di mesi.

Se è ancora un pò presto per imbottigliare alcuni vini, è invece il momento giusto per chi vuole imbottigliare i nostri rossi di maggiore corpo dell’annata precedente, anche maturati in botte, per assicurarsi che rimangano fermi e non facciano troppo fondo, essendo già ben posati.

Per i bianchi ed i rossi più freschi e leggeri, di pronta beva, si può anche imbottigliare sin da ora, ma consigliamo chi volesse acquistarne un pò da conservare di verificare che siano già nuova vendemmia, così da averli profumati e fragranti. Importante: ci si può aspettare rifermentazioni e depositi con l’arrivo della primavera. Chiedeteci e vi daremo i migliori consigli.

I rossi di medio corpo più secchi e di buona acidità (Barbera del Piemonte, Cabernet Sauvignon 13°, Dolcetto, Rosso Toscano etc) purtroppo in questi primi mesi di transizione risentono un pò del nervo caratteristico dei vini troppo giovani. In sè è una cosa positiva, perchè un vino di medio\buon corpo da giovane deve avere acidità e nervo, che gli permetterà di reggere nel tempo e non “sedersi” appena dopo l’estate, ma di contro chi era abituato a berli con un anno alle spalle si accorgerà subito del cambio di annata, oltre che per il colore più viola e vivo, anche per una decisa nota astringente in generale. Per questi vini, se non li trovate ancora della vendemmia precedente, consigliamo di imbottigliare grosse quantità almeno tra 3\4 mesi, all’inizio dell’estate. Diversamente, potrebbero fare depositi consistenti e rifermentare, cosa generalmente non gradita nei vini in questione.

Ricordiamo che facciamo prezzi agevolati per acquisti da due damigiane in su, e siamo a disposizione per ogni informazione.

SCARICA QUI IL LISTINO DEI NOSTRI VINI SFUSI

Un nuovo anno…

Invece che le consuete promozioni o novità oggi abbiamo deciso di condividere con voi il punto della situazione dopo la chiusura di un anno particolarmente impegnativo. Per chi ha voglia di leggere due righe, è un’occasione per affrancarsi alla nostra filosofia e comprendere un pò più a fondo il nostro lavoro.


Come ogni anno, dopo il periodo intenso e senza tregue che va da novembre a Natale, ci prendiamo il tempo necessario per decomprimere, fare le nostre valutazioni professionali e guardarci intorno.
Chi ci conosce da tempo sa che non è nostra abitudine togliere il panettone e mettere l’uovo di pasqua sugli scaffali, pur di averli pieni. Anzi, riteniamo che questo modus operandi sia deleterio e fine solo a sé stesso, e intrappola commercianti e clienti in una nevrotica e insulsa ruota, come criceti. Vendere tanto per vendere, comprare tanto per comprare.


Gennaio e Febbraio sono i mesi dell’Inverno, in cui la terra riposa e si rigenera, e così anche noi che lavoriamo con chi la terra la cura, la vive e lavora e non con “stabilimenti vinicoli” perennemente in sovraproduzione, ci adagiamo su questo ritmo, solo apparentemente inattivo. In realtà proprio questa quiete, aiutata anche dal fatto che commercialmente sono mesi abbastanza blandi, ci permette di respirare e preparare il terreno per tutti i restanti mesi dell’anno.
In sostanza, questo significa che quegli spazi vuoti che vedete ora sugli scaffali o i vini sfusi momentaneamente esauriti fanno parte di una precisa strategia che consiste nel vagliare con calma il vastissimo panorama di prodotti disponibili e selezionare le novità da proporvi durante l’anno.
Sempre nell’ottica di un commercio costruttivo e propositivo, cerchiamo di rapportarci costruttivamente con i nostri fornitori, il che significa ragionare non solo in termini economici convenienti per l’oggi, ma creare rapporti duraturi e di fiducia, per poi trasmettere queste dinamiche a voi clienti. Anche questo si traduce in un lavoro da bilanciare con cura e attenzione tra partner collaudati e nuove proposte, tenendo conto che per un prodotto nuovo che entra, ci deve essere un prodotto da eliminare. Questo non solo per motivi di spazio ma anche perchè non è nostro interesse avere un catalogo infinito, ma piuttosto ben selezionato.
Abbiamo comunque verificato negli anni che questa filosofia commerciale dà i suoi buoni frutti, come conferma anche la vostra fiducia dimostrata nei nostri confronti, e continueremo su questa strada.

Un capitolo a parte va alla situazione Covid. Come ormai saprete, noi abbiamo una licenza specializzata che ci permette di tenere aperto anche durante le restrizioni più rigide, e permette a voi di raggiungerci dai paesi vicini nel caso nel vostro paese non ci fosse un’attività specializzata (enoteca o rivendita vini) o per motivi di maggior convenienza economica. Questo ci ha dato la fortuna di lavorare sempre senza grossi problemi ma non neghiamo che l’incertezza frena le iniziative, anche se ci impegniamo a pensare sempre in positivo. In parole povere, si naviga a vista e qualche articolo potrà mancare saltuariamente, perchè essendo situati in un paese periferico soffriamo comunque delle limitazioni alla circolazione e dobbiamo rifornirci con cautela.


Ora, al netto della confusione creata dai continui cambi di restrizioni, l’idea è quella di tenere aperto il negozio regolarmente con l’orario consueto, ma vi invitiamo a seguire il nostro sito www.labottepiccolacisano.com o la nostra pagina Facebook per eventuali cambiamenti nel caso le cose dovessero peggiorare ma anche e soprattutto per le novità in arrivo e promozioni, che non mancheranno anche quest’anno.

Sperando che la condivisione di queste riflessioni sia stata di vostro interesse, vi auguriamo giorni veramente sereni.

Paolo & La Botte Piccola